Obiettivo 0 plastica a Taranto

L’amministrazione del Comune di Taranto si è posta come obiettivo di azzerare la presenza di rifiuti plastici nell’ambiente marino locale, raggiungendo un ideale “0 plastica” nelle acque del Golfo di Taranto. Per raggiungere questo risultato, è stato organizzato un viaggio studio nei Paesi Bassi in cui Amiu Spa Taranto ha potuto osservare sul campo gli sviluppi e le tecniche di rimozione della plastica dall’acqua, attraverso il supporto di Decisio.

Nella giornata di Mercoledì 29 gennaio la società Kyma Ambiente/Amiu S.p.a., sotto la nostra guida, ha potuto conoscere e sperimentare sul campo l’approccio innovativo neerlandese sul tema del trattamento e della rimozione dei rifiuti dalle acque. Entrando in contatto con lo studio di ingegneria ambientale Tauw Nederland e impiegando dispositivi di realtà virtuale, Kyma Ambiente/Amiu S.p.a. ha conosciuto progetti come “The Shoreliner”, progetto sviluppato nel porto di Rotterdam che consiste in un tubo galleggiante in grado di bloccare e guidare i rifiuti in un apposito sistema di raccolta in acqua. In più in loco ha potuto vedere il “The Great Bubble Barrier” ad Amsterdam West, una soluzione altamente innovativa, in cui le bolle d’aria vengono utilizzate per creare una barriera naturale nei fiumi così che la plastica non raggiunga e si disperda in mare.

Maggiori informazioni?

Per maggiori informazioni su questo progetto o su quello che Decisio ha da offrire, rivolgetevi a Paolo Destilo (p.destilo@decisio.nl) o Paolo Ruffino (p.ruffino@decisio.nl).

Vedi anche